main page back gallery -  il viaggio

Gli studenti ispirati dal loro viaggio, diventando performer, fanno Il Viaggio, e con loro gli spettatori.

Una performance epica, estremamente visiva, un montaggio cinematografico che orchestra masse di corpi in movimento, e con questi corpi si muove anche il pubblico.

Location dell'evento è l'ex-borsettificio Enny; un luogo che, con il suo ingresso, i cubicoli di vetro, le stanze che si susseguono, per sua natura già parla e già richiama echi che lo trasformano in altro luogo, non Terezin in particolare, non quel campo di concentramento, ma uno che è metafora di tutti.

Non chissà quale macchina prodigiosa, ma, per dirla con le parole di Marco, un altro ragazzo coinvolto nel progetto, "semplici strutture che hanno sterminato milioni e milioni di persone. Come hanno fatto?"

photography:

M. Vestri